Home / Trends / Interior Design 2020. Ecco che cosa cambia in casa

Interior Design 2020. Ecco che cosa cambia in casa

Abitare nel 2020 fa rima con minuziosi cambiamenti e alcuni inaspettati colpi di testa. qualche esempio? La cucina in total blak, i tappeti appesi ai muri, i colori fluo… Insomma i trend inerenti all’interior design per il prossimo anno sono tanti e francamente di alcuni, come ad esempio la moquette, non ne sentivamo il bisogno! State pensando ad un relooking della vostra abitazione o avete voglia di dare al vostro appartamento una sferzata di aria fresca? Ecco tutte le novità.

01L’animo strong del colore
Il bianco puro perde la sua leadership e viene soppiantato dal beige e dallo champagne che conquistano il ruolo di nuovi neutri. Il rosso scuro, che vira verso il rame, è tra le tinte più apprezzate e immediatamente riporta agli anni ’70. Non da meno il giallo, declinato nelle sfumature limone e ocra. Tra i protagonisti emerge anche il verde sottobosco. Ritornano il blu e l’azzurro che, assenti da diversi anni, riconquistano posizioni e si fanno largo in un gioco di equilibri cromatici tanto sgargianti quanto azzardati da abbinare. I toni pastello cercano di bilanciare l’insieme, ma rischiano di creare più confusione se accostati a tinte più vivaci. Stesso discorso per i colori fluo che immediatamente riportano a sensazioni pop e a contrasti che lasciano aperto il margine di errore e di sbilanciamento. Tenete presente che alle volte è sufficiente cambiare unicamente i colori delle pareti per dare alla vostra abitazione un look al passo con i tempi o semplicemente più vicino alla vostra personalità. Stesso discorso vale per alcuni mobili, giù le mani però da quelli delle nonne!

La moquette (anche no) e i tappeti (perfino) da appendere come quadri02
Fatevene una ragione: al salone del mobile la moquette è stata la regina di tantissimi allestimenti e si è ritagliata un ruolo di forte impatto tra i trend del 2020. Fortunatamente corrono ai ripari i tappeti, anche da appendere, che con un colpo di coda si presentano come una soluzione più ricercata. Ecco che in questi casi sono le forme geometriche a fare la differenza: arrotondate o spigolose creano movimento lì, dove, regna sovrana la calma piatta del pavimento e/o del muro. Ad arricchire l’insieme ci pensano i colori originali e i materiali diversi assemblati e sovrapposti in modo da creare una piacevole e non scontata armonia.

 

03Librerie divisorie
Le librerie continuano ed essere elementi divisori che definiscono e separano un singolo ambiente dall’altro senza appesantire. In voga sono le strutture capienti che lasciano respiro ai diversi riquadri donando così profondità alla stanza. Le forme insolite e ricercate degli scaffali non tolgono funzionalità e dinamismo all’ossatura del mobile.

 

Linee easy per letti e divani04
I letti si riappropriano della loro identità e svestono i panni multifunzionali (letti contenitori, letti a scomparsa, divani letto….) e sposano linee pulite e minimaliste trainate da testate semplici e non arzigogolate e da piedi a vista robusti, ma non pomposi. Linearità anche per il divano che rinuncia a forme e a componenti invadenti per accompagnare una seduta più voluminosa e comoda. Le poltrone conquistano il living con sedute spaiate ma armoniche tra loro.

05Slim o XXL: la luce come elemento d’arredo
L’illuminazione si spacca letteralmente in due: le maxi sospensioni ricche di orpelli e di forme svariate si contrappongono a strutture lineari semplici e poco invasive, in entrambi i casi però, il design non rinuncia a forme geometriche dall’imponente carattere. I sistemi a muro e a soffitto dialogano tra loro in un gioco di luci e di ombre studiate per scaldare e arredare l’ambiente. I punti luce, sempre più decentrati, diventano interpreti di stile capaci di arredare l’intera area cielo dell’appartamento; non da meno la cura dell’effetto scenografico, che mai come ora si ritaglia un ruolo dominante.

 

Carta da parati, che passione!06
Da diverso tempo la carta da parati, grazie alla ricerca sui materiali e la sua moderna duttilità, si è conquistata un posto di tutto rispetto nella casa diventando un elemento distintivo di arredo in grado di personalizzare e dare uno sprint a qualsiasi area, anche la più angusta, dell’abitazione. Ma non solo: la carta da parati è anche un asso nella manica capace di donare una profondità e una tridimensionalità che il solo uso del colore non può dare. Ovviamente la scelta del motivo è primaria per raggiungere lo scopo voluto.

 

07Animo dark per la cucina e i metalli si rincorrono per la casa
Tenetevi forte perché la cucina acquisisce un insolito animo dark: le linee restano pulite, ma il nero investe e veste tutto.  Quest’ultima è di certo una soluzione innovativa che rimarca il mood del cuore della casa donandole una personalità chic e allo stesso tempo un non so che di misterioso. A dare luminosità all’insieme ci pensano i materiali lucidi e l’uso appropriato dei metalli che si rincorrono per tutta la casa diventando un motivo ricorrente e di congiunzione trai diversi locali. Via libera, ad esempio, all’acciaio che ossidato  in oro o in argento è adoperato per decorazioni, lampade, maniglie, piedini, mensole…

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *