Home / Libri / Maschio, femmina o trans? Chiedilo a Bambi!
EmilianoReali foto Se Bambi fosse trans

Maschio, femmina o trans? Chiedilo a Bambi!

maschio (no scritta)Abbiamo intervistato lo scrittore Emiliano Reali, che da novembre scorso è in libreria con la nuova edizione di “Se Bambi fosse trans?”, che nel 2016 diverrà un film prodotto dalla Bic Production di Orlando (Florida), e il suo seguito “Maschio o Femmina?”, editi da Meridiano Zero. Nella sua bibliografia spiccano testi per bambini e adolescenti, ma costante è sempre stato l'impegno nell'affrontare tematiche sociali scomode o taciute come quella dell'omosessualità in “Ordinary” o dell'alterità in “Sul ciglio del dirupo”, opera pubblicata anche in America e che sarà inserita come testo di lettura in un corso monografico alla Georgetown University. Con questi due testi invece ci porta, con un bagno di realtà, dentro il mondo transessuale.

 

Emiliano, sei in libreria con due nuovi libri editi da Meridiano Zero “Se Bambi fosse trans?” e “Maschio o Femmina?” Come mai ha scelto di trattare proprio questo tema?
Di carattere sono molto curioso e mi piace poter immergermi in altri mondi e più sono lontani e diversi dal mio e maggiormente mi attirano. Qualche tempo fa avevo conosciuto un ragazzo rumeno che cercava il ferro nei cassonetti, mi ero fermato varie volte a parlarci e lui mi ha invitato di sera nel suo campo nomadi perché voleva che io vedessi come viveva. Non ti nego che ero spaventato all'idea di infilarmi di notte lì dentro, ma la curiosità come al solito ha vinto!

Non ci hai risposto però, come hai conosciuto il mondo trans?
Mi sono lasciato trasportare dall'eccitazione di quel ricordo! Per scrivere “Bambi” ho vissuto a stretto contatto con delle transessuali per svariati mesi e vi posso assicurare che di aneddoti curiosi ne avrei tanti da raccontare. Spesso rispondevo io ai clienti che chiamavano, modulando la voce con un falsetto poco credibile, e prendevo gli appuntamenti, ricevendo le richieste più strane! Spesso la mia amica mi chiudeva nell'armadio o in bagno mentre lavorava, quindi io ascoltavo tutto…una volta ho veramente temuto perché uno voleva passare in bagno anche se lei gli aveva detto che era inagibile, ho rischiato davvero!

In “Se Bambi fosse trans?” colpisce la solidarietà tra transessuali, esiste davvero?
Quando si è parte di una cerchia ristretta, di una minoranza discriminata, non si può far altro che difendersi a vicenda per sopravvivere, aiutarsi, fiancheggiarsi, cercare il proprio riscatto anche nelle vittorie dell'altra. Devo ammettere che al netto delle invidie e della falsità che comunque colorano quel mondo (magari solo perché una è più femminile di un'altra!) le transessuali a volte formano dei piccoli nuclei che diventano la loro famiglia elettiva.

Come descriveresti la psicologia di una transessuale? I suoi gusti sessuali?
Mi chiedete l'impossibile, sono esseri troppo complessi, sotto alcuni aspetti restano un mistero anche per me! In genere chi decide di intraprendere un percorso di transizione passando da maschio a femmina vuole sottolineare e dar voce agli aspetti femminili di sé.
l problema è che la maggior parte degli uomini che vanno con le transessuali (che nella stragrande maggioranza dei casi sono costrette a prostituirsi, non avendo alternative) danno sfogo al loro desiderio di ‘pene' sentendosi a posto con la coscienza perché la controparte ha un aspetto di donna. Le prime domande che mi rivolgevano al telefono erano sempre le stesse ‘Sei dotata? Sei attiva?'

Giacomo in “Se Bambi fosse trans?” vive in segreto, solo verso la fine del romanzo decide di iniziare un percorso di transizione, che si dipanerà in “Maschio o Femmina?” per cercare la serenità. Ti sei mai imbattuto in qualcuno che dopo ‘averlo fatto' ha avuto dei ripensamenti?
Non ne ho conosciute molte che siano arrivate ‘sino alla fine'. Una si lamentava del fatto che dopo essersi operata non lavorava più come prima, un'altra che le mancava l'orgasmo. Una mia amica archeologa invece è emigrata in Canada e si è sposata con un ragazzo fantastico. Un'altra si è riscoperta, una volta rettificato il sesso biologico, irrimediabilmente attratta dalle donne!!

Stai incontrando difficoltà nella promozione dei libri dati i temi trattati?
Più che altro ho incontrato difficoltà enormi nel trovare un marchio editoriale disposto a scommettere su questi temi. La risposta più frustrante era sempre la solita ‘i libri sono belli, tu sei molto bravo, ma date le tematiche non siamo certi di poterli imporre sul mercato come vorremmo'.
Nella promozione per assurdo invece il tema incuriosisce e fa audience, soprattutto in un periodo come questo dove non si fa che parlare, e il più delle volte sparlare, di fantomatiche teorie del gender o di pericolose unioni civili!

C'è più solidarietà da parte delle donne per omosessuali e trans?
Non so se solidarietà sia il termine giusto, ma di certo le donne sono meno spaventate da quello che gli altri possono pensare vedendole con un omosessuale! Al contrario non ho esperienze di legami stretti tra donne e transessuali, ma forse esistono, sempre che tra le due non nasca una competizione!

E se dovessi attribuire un sapore ai tuoi libri?
Il sapore che d'istinto abbino a “Maschio o Femmina?” è quello di un peperoncino, avete presente quando mangiate qualcosa di estremamente piccante, ma non ne avete la consapevolezza appena lo mandate giù e invece un attimo dopo andate a fuoco? Sì, un incendio inaspettato nelle viscere. Invece pensando al mio “Se Bambi fosse trans?” mi viene in mente il sapore del cornetto preso quando arriva l'alba, che si mischia al sangue in bocca.

C'è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?
Vorrei dire a tutti di essere loro stessi sempre, di sentirsi liberi, di non permettere a nessuno di farli sentire sbagliati per quello che sono, di combattere per la propria felicità, lasciando andare chi non li vorrebbe felici. Sì, siate egoisti, perché la vita, le lacrime, le cicatrici o le gioie sono le vostre! Non dimenticate però la dolcezza, lasciandovi indurire dalle difficoltà, ma siate comunque risoluti e determinati come un cerbiatto che decide di andare ad abbeverarsi nel torrente anche se nel tragitto potrebbe incontrare un lupo! Spero che in questo diventare amici di Bambi vi potrà aiutare!

Condividi

Guarda anche

Per l’ottantesimo anniversario della morte di d’Annunzio

Per l’ottantesimo anniversario della morte di d’Annunzio

Quando il notturno voleva dire seduzione di Claudio Marchese e Riccardo Di Salvo Teatro dell’eros …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *