Home / News / ISIS: “Nel rapporto omosex chi è condannato è il passivo”
GaySyrianRefugeesDresden0051444907586

ISIS: “Nel rapporto omosex chi è condannato è il passivo”

maxresdefaultSecondo l'Osservatorio per i diritti umani siriano è fortemente in crescita il numero di minori barbaramente uccisi dall'Isis perché ritenuti omosessuali. L'ultima, purtroppo solo in ordine di tempo, terribile storia riguarda l'omicidio di un 15enne bendato, legato e gettato giù da un edificio dinnanzi ad una folla gremita di persone. Un attivista all'agenzia siriana Ara news racconta: “Il ragazzo è stato accusato dal tribunale della sharia di Deir ez Zor di aver una relazione sessuale con Abu Zaid al-Jazrawi ed è stato ucciso, mentre l'uomo, nonché comandante, è stato trasferito in Iraq. Ma la storia è ben altra: il minorenne – continua nella sua dichiarazione l'attivista – è stato adescato dal terrorista che con la scusa di tenerlo sotto custodia ha ripetutamente abusato di lui”.

f35003_bc635f713bbc473a8f6b6ca21cfa089cPurtroppo non è l'unica giovane vittima, l'elenco dei minori silenziosamente oltraggiati e uccisi è tristemente più lungo visto che Abu Zaid al-Jazrawi molto spesso appare in filmati di propaganda durante l'addestramento dei bambini soldato. L'agghiacciante racconto fuoriesce dalla bocca di Subhi Nahas, un ragazzo siriano intervistato dal The Daily Beast, che ha presentato alle Nazioni Unite una relazione sui diritti delle persone gay in Siria. Il giovane spiega: “A livello culturale, dopo la formazione dell'Islam, pedofilia e omosessualità sono state confuse; chi abusa di un minore del suo stesso sesso non viene definito pedofilo, bensì omosessuale. Ma vi dirò di più: nel rapporto omosex chi è condannato è il passivo (volente o non) della coppia e per questo motivo i persecutori vengono risparmiati e le vittime uccise”. Dal racconto emerge anche che questo codice è da anni in vigore ed è esteso non solo tra i talebani in Afghanistan, ma anche in altri gruppi jihadisti presenti in Siria.

Condividi

Guarda anche

aostapride_locandina 8 ottobre FB

Aosta Pride: nuova data e rinnovato entusiasmo

Come già trapelato nei giorni scorsi, a seguito della caduta del governo e della conseguente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *