Home / News / L’incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

L’incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

Stephan Gaeth è un uomo gay, il suo compagno si chiama Wyley Simpson ed è un transgender. La coppia nelle fasi “finali” della transizione da donna a uomo, scopre che, Wyley aspetta un bambino. “ Non mi ero mai sentito così – asserisce Wyley – in quel periodo avevo delle strane voglie e delle nausee incredibili; alle prime non avevo dato molta importanza, mentre per le seconde pensavo che fossero un effetto collaterale delle nuove medicine che stavo assumendo. Quando l’addome ha iniziato a gonfiarsi, però mi sono preoccupato… ho pensato a qualsiasi cosa, ma mai e poi mai ho considerato l’ipotesi di associare questi sintomi ad una gravidanza”. La notizia della gestazione è assolutamente inaspettata poiché i due genitori riconoscono erroneamente che pensavano di non poter mettere alla luce un bambino poiché erano convinti che il testosterone assunto da Wyley, da più di sei anni, bloccasse l’attività femminile del suo organo riproduttivo. C’è da dire che i due erano convinti di ciò anche perché dal momento in cui Wyley aveva iniziato ad assumere farmaci prescritti per la transizione, non aveva più avuto il ciclo mestruale.
Questa particolare storia è stata rivelata dal reality Extreme Love, programma televisivo che si occupa di raccontare la vita reale delle coppie più insolite di tutto il mondo.
Durante il programma Wyley si lascia andare a molte confidenze, tra le più forti vi citiamo questa perché secondo noi esprime a pieno il malessere psicologico che prova una persona transessuale: “Mi sono sempre sentito a disagio nel mio corpo femminile. Mi sono sempre sentito diverso, come se fossi bloccato in qualcosa che non vedevo come me stesso, ho cominciato a vivere da quando ho iniziato il mio percorso di transizione”.
Wyley e Stephan ammettono: “In un primo momento non sapevamo come affrontare la situazione, non neghiamo che abbiamo pure pensato di interrompere la gravidanza, più che altro perché non sapevamo come il feto avesse risposto ai farmaci che aveva assunto fino a quel momento Wyley, poi – sottolinea  Stephan – non sapevamo in che modo, a livello psicologico e fisico, avrebbe reagito il corpo di Wyley a quest’avvenimento”.
I neo genitori, con grande onestà confessano perfino: “Abbiamo inoltre pensato di dare il bambino in adozione, ma superate tutte le paure iniziali ci siamo resi conto di questo grandissimo dono che ci aveva fatto la vita e abbiamo deciso di tenere e crescere la nostra creatura”.
Nella fase della gestazione Wyley ha deciso per il bene di suo figlio di dare uno stop alle cure ormonali e affini, ribadendo: “Non volevo creare problemi al mio bambino in nessun modo, in quei nove mesi ho visto cambiare il mio corpo in un modo che non mi sarei mai aspettato”.
I due, oggi in tre, vivono in un autobus riconvertito in abitazione e mentre Wyley dopo il parto ha ricominciato a prendere il testosterone e a seguire le linee guida che lo porteranno all’operazione finale, Stephan ha dichiarato: “Non mi aspettavo tutto questo, sono al settimo cielo”. Gli innamorati sognano di viaggiare con il loro mezzo in lungo e in largo per il mondo, ma svelano che oggi la loro priorità è il loro bambino.

L incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

L incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

L incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

L incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

L incredibile storia del gay Stephan e del transessuale Wyley, oggi genitori

About admin

Check Also

Un abbraccio univoco che racchiude l essenza dell amore

Un abbraccio univoco che racchiude l’essenza dell amore

Da sempre la moda è un veicolo di comunicazioni sociali, non a caso capita molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *