Home / Wedding / Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

In un momento storico dove la condivisione sui social di qualsiasi aspetto della nostra vita è all’ordine del minuto, è difficile pensare che qualche coppia desideri sposarsi in gran segreto; eppure sono molti i vip che decidono di spegnere i riflettori sulla loro vita privata e coniugarsi di nascosto. Ne sono un perfetto esempio: lo scatenato Ricky Martin e l’artista Jwan Yosef; l’inarrestabile Cameron Diaz e il chitarrista Benji Madden; la bella Rachel Weisz e l’agente 007 Daniel Craig; la strepitosa Penelope Cruz e l’affascinante Javier Bardem; l’attrice Ellen Page e la ballerina Emma Portner; la statuaria modella Gisele Bundchen e il quarterback Tom Brady… Sposarsi in gran segreto ha sempre il suo perché e se le celebrità lo fanno per sfuggire ai paparazzi e godersi lo scambio delle fedi in totale relax, le persone più comuni potrebbero cominciare a prendere in considerazione quest’opzione per sfuggire da parenti semisconosciuti, semplici conoscenti, colleghi ingombranti… l’intento è dare una sforbiciata netta a tutte quelle persone “lontane”, in tutti i sensi, da noi. Insomma il detto “pochi ma buoni” non è mai calzato così a pennello! Come dite? “È più facile a dirsi che a farsi?” In questo caso cominciate a dirlo e vedrete che in breve tempo vi convincerete, ripetete insieme a noi: “L’invitato di facciata” è démodé! “L’invitato di facciata” è démodé! “L’invitato di facciata” è démodé… “, per tutta la durata dei preparativi delle vostre nozze questo deve essere il vostro mantra. Tenete a mente che la riuscita della festa non è una questione di numero d’invitati, ma della qualità dei presenti e ciò che fa la differenza è quello che queste persone rappresentano per voi e voi per loro.  Invitate chi vi fa star bene e chi volete realmente bene, solo così il successo della celebrazione è assicurato. Mettere tutti nel “calderone” è come evidenziare tutte le frasi di un testo: in pratica non si dà rilievo a nessuno. sottolineare, invece, nell’invito che le nozze saranno intime dà una certa importanza a chi ne farà parte e di certo la convocazione avrà un significato speciale. Proprio cavalcando quest’onda – ne avremmo voluto parlare più avanti, ma giacché ci siamo lo facciamo adesso – che ne dite di coinvolgere tutte le persone presenti al vostro matrimonio a partecipare ad un rito unico ed emozionante come il poco tradizionale “calore degli anelli”? Non ne avete mai sentito parlare? Ecco di che cosa si tratta: le fedi, all’interno di un sacchettino in stoffa, passano, durante la celebrazione e prima di arrivare agli sposi, da un ospite all’altro e di mano in mano giusto il tempo per essere “scaldate” dalle persone che amiamo con la loro energia proveniente dal calore del loro tatto e dell’affetto delle loro preghiere. Questo, oltre ad essere un rituale ricco di significato, sarà di certo un momento indimenticabile che resterà impresso nel cuore di tutti. Dopo avervi parlato di un gesto così emozionante e sacro passiamo, come tradizione insegna, a qualcosa di “profano”. Senza voler apparire venali, non possiamo trascurare la legge dei numeri: meno ospiti, inevitabilmente, si traduce in meno costi, o meglio i costi possono anche rimanere invariati, ma sarà il risultato finale ad essere completamente diverso. A questo punto ci viene da domandarvi: “Perché accontentarvi di un matrimonio mediocre con 150 invitati, la metà dei quali neppure frequentate e un quarto degli altri nemmeno conoscete, quando avete la possibilità di progettare uno sposalizio da sballo, ma soprattutto come avete sempre desiderato, con solo le persone che amate e sulle quali potete sempre contare?”. Così facendo non solo vi potrete permettere di realizzare più facilmente i vostri sfizi come quell’abito che realmente desiderate, quel ristorante che vi fa impazzire, quei centritavola da urlo… ma potrete anche prestare più attenzione alle esigenze, magari culinarie, dei vostri ospiti. State pur certi che i vostri amici apprezzeranno, già, perché tra le diverse intolleranze che incombono ai giorni d’oggi e le varie scelte vegane, crudiste, vegetariane… il menù può trasformarsi in un vero campo di battaglia.
E se il vostro matrimonio fosse la scusa per un viaggio tutti insieme? Una sorta di lungo fine settimana da condividere con chi amate? Certo molto dipende dal fondo cassa e comunque è un’idea/sogno non proprio impossibile.
Passando all’effetto sorpresa: riuscite ad immaginarvi il volto dei vostri conoscenti, ci riferiamo agli esclusi che non sapevano niente dalla vostra decisione, quando vedranno le foto delle vostre nozze pubblicate sui social? Preparatevi a tanti messaggi tempestati di “faccine” stupite… e non solo!
Se l’idea di organizzare un matrimonio in gran segreto vi attizza, dovete: A) fin dalle prime battute pianificare con il vostro partner una linea guida sugli inviti. B) Assicurarvi la massima discrezione da parte dei vostri invitati; della serie chi ha ricevuto l’invito delle vostre nozze non ne deve fare parola con nessuno degli altri amici e parenti. Per la riuscita di quest’ultimo punto fate presente a chi riceverà l’invito che, visto la scelta di festeggiare solo con i più intimi, volete: 1) essere voi a comunicare a chi spetta quanto avete pianificato. 2) Poiché non tutte le persone saranno invitate, agli esclusi volete personalmente, casomai ne sentiate il bisogno, motivare la vostra scelta. Un suggerimento? Esercitatevi a sfoggiare il vostro sorriso migliore perché la notizia, nonostante le vostre raccomandazioni, potrebbe non restare segreta per molto. Se ciò dovesse accadere, vi ritrovereste a dover far fronte ad una situazione delicata, ma non preoccupatevi perché noi abbiamo la soluzione… quale? Armatevi d’ironia e genericamente rispondete in questo modo: “Io mi sposo? Chi può dirlo… lo saprai quando e se riceverai l’invito”. Inoltre, onde evitare di tenere sul chi va là le persone escluse (tenete a mente che fino a prova contraria loro non lo sanno di esserlo) alludete al fatto che avete deciso di inviare le partecipazioni ben quattro mesi prima del gran giorno proprio per dare il tempo agli interessati di organizzarsi con il vestito, i giorni di ferie o… insomma a buon intenditore poche parole.  Questo metodo è inoltre efficace per azzittire senza dare troppe spiegazioni anche le persone più curiose e impiccione.
Siete sempre più convinti che questa scelta faccia al caso vostro o contrariamente non ne siete ancora del tutto convinti? L’unica cosa che ci resta da fare per schiarirvi  del tutto le idee è utilizzare le ultime cartucce.

* Restringere il numero degli invitati si traduce in ridurre altri aspetti come, in termini di metri quadri, il luogo che ospiterà il vostro evento: inutile pensare ad una grande sala che certamente incombe nell’intimità, meglio scegliere qualcosa di più contenuto e caldo come una o più stanze all’interno di un palazzo d’epoca nel centro della città con tanto di camino acceso o di giardino con pergole (dipende dal periodo) o di soluzioni stravaganti ed insolite come festeggiare all’interno di un teatro con tanto di spettacolo dedicato, aperitivo e cena.
* È maggiore il tempo di qualità che potete dedicare ai vostri ospiti, senza dover passare ore a girare per tavoli sfoderando gelidi convenevoli di circostanza e falsi sorrisi.

* Meno pressione: essendovi circondati da persone speciali avrete di certo il loro supporto in tutto e conoscendovi non dovrete indossare alcuna maschera e nemmeno preoccuparvi di essere criticati.

* Si moltiplicano le possibilità di pernottare più notti nella meta turistica scelta per il vostro viaggio di nozze, con quello che avete risparmiato i classici dieci giorni di soggiorno, possono tranquillamente essere raddoppiati.   Inoltre con meno ospiti potete permettervi d’investire di più sulla qualità delle portate, dei vini scelti, delle bomboniere, delle fedi, dell’intrattenimento…

* Meno confusione, in tutti i suoi aspetti pratici e non che dipendono o non dipendono da voi come ad esempio il servizio al ristorante: a volte il personale di sale non riesce a soddisfare tutti adeguatamente.

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

Matrimonio: intimo, riservato e se fosse anche in gran segreto?

About admin

Check Also

Paglicce Beach: Isola d Elba, Marina di Campo. Per un evento o un matrimonio da ricordare.

Paglicce Beach: Isola d Elba, Marina di Campo. Per un evento o un matrimonio da ricordare.

  Situato al centro della spiaggia di Marina di Campo, davanti il mare aperto, con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *