Home / Travel / ITALIA DA SCOPRIRE: Borghetto sul Mincio (VR)

ITALIA DA SCOPRIRE: Borghetto sul Mincio (VR)

Un antico borgo di mulini, un luogo incantato in mezzo a boschi e campagne e con testimonanze vive del suo passato…

e origini di Borghetto risalgono al periodo longobardo. Borghetto, posto tra Mantova e Verona, è stato a lungo un punto strategico per il controllo del territorio, uno dei più comodi e più sicuri guadi del fiume Mincio, conteso quindi da diverse signorie come i Gonzaga, la Serenissima di Venezia, i Visconti e da eserciti come quello austriaco e francese. Al periodo longobardo risale l’edificio più antico del borgo, la Curtis Regia, risalente al settimo secolo dopo Cristo. In questo edificio, eretto a difesa e controllo di uno dei più importanti guadi del Mincio, venivano riscosse le tasse per poter attraversare il fiume. Borghetto è ancora dominato dal castello Scaligero (X – XIV secolo), che dalla sua collina continua a sovrastare con le sue torri la valle del Mincio. Oggi ne resta solo la Torre Tonda, risalente al X secolo e un ponte levatoio. Il resto del complesso risale al XIV secolo.
Immaginatevi un luogo incantato, ricco di storia, dove regna la tranquillità e il rumore più molesto che potete ascoltare è lo starnazzare delle paperette.
Immaginatevi un antico borgo di mulini costruito sulle rive di un fiume, con tantissimi fiori colorati e un profumo inebriante che si espande intorno a voi; e come in tutti i luoghi incantati, non può mancare un fresco boschetto che circonda il paesino.
Ecco, ora che avete finito di immaginare, prendete la macchina, la bicicletta, il treno o il mezzo che preferite, e visitate Borghetto sul Mincio!

ITALIA DA SCOPRIRE: Borghetto sul Mincio (VR)

ITALIA DA SCOPRIRE: Borghetto sul Mincio (VR)

ITALIA DA SCOPRIRE: Borghetto sul Mincio (VR)

About admin

Check Also

Viaggi di nozze: clima e mete gay friendly

Viaggi di nozze: clima e mete gay friendly

Organizzare un matrimonio è divertente, ma anche piuttosto impegnativo e richiede il dispendio di molte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *