Home / Travel / Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv è il cuore pulsante di Israele. Una fiorente e vibrante città cosmopolita piena di cose da fare e vedere… Qui non ci si annoia mai!

È una città multietnica e piena di vita, anche di notte, ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette. A Tel Aviv c’è sempre qualcosa da fare, grazie anche ad un fitto calendario di eventi artistici e festival, concerti e spettacoli di danza che rendono “la città dove è sempre primavera” (questo il significato del nome della città in ebraico) sempre viva ed attiva. Caffè e ristoranti offrono il meglio della cucina mondiale, con piatti provenienti da tutto il mondo. Numerosissimi i bar e i locali notturni che propongono spettacoli per tutti i gusti: mainstream, israeliano,  internazionale, con DJ e gruppi dal vivo. È una città dalle molteplici sfaccettature e dove regna la diversità culturale. Artisti e musicisti famosi provenienti da tutto il mondo vengono frequentemente ad esibirsi qui, vendendo spesso tantissimi biglietti. Le possibilità per divertirsi non mancano di certo viste le tantissime occasioni come le esibizioni della Filarmonica all’Auditorium di Mann, le commedie israeliane a teatro, le performance di danza moderna, oppure la musica dal vivo in uno dei tanti bar della città. Di giorno o di notte, sia che si passeggi sul lungomare o in qualche pittoresca strada del centro cittadino, la gente pullula ovunque, a dimostrazione che Tel Aviv è una città che sta sempre più diventando la Miami del Medio Oriente. Dove ovviamente non possono mancare occasioni per fare shopping, dato che ci sono parecchi centri commerciali moderni, affascinanti e coloratissimi mercati all’aperto e negozi che propongono di tutto. I migliori stilisti del mondo hanno a Tel Aviv una loro vetrina nei negozi e sulle passerelle, anche grazie ad un’importante fashion week e che catalizza l’attenzione del mondo della moda. Dal punto di vista architettonico gli stili che incontriamo negli edifici sono diversi: passiamo dal particolare stile israeliano alle moderne boutique, ai bei palazzi storici restaurati di HaTachana, Neve Tsedek e Sarona. Odori, sapori e colori non mancano nei mercati all’aperto dove oltre ad una grandissima varietà di frutta e verdura si possono ammirare ed acquistare prodotti dell’artigianato tipico. Tel Aviv, come ogni grande città che si rispetti, è anche arte. Diverse opere di artisti europei, tra cui Chagall al Museum of Art, sono in esposizione insieme a mostre che propongono periodicamente il meglio della produzione artistica internazionale. Per immergersi nella storia di Israele ci sono il Museo Eretz Israel e le varie  case dei personaggi storici disseminate in giro per la città.  Merita fare un tour della Città Bianca, per ammirare l’architettura europea. Tel Aviv è l’unico posto al mondo al di fuori dell’Europa dove si può vedere l’architettura europea degli anni ‘20, ‘30 e ‘40. Si tratta di costruzioni neoclassiche, con le loro fresche pareti bianche e le forme arrotondate semplici, che mettono in evidenza lo stile Bauhaus, adattato per il caldo clima mediterraneo. Sono edifici  residenziali che si trovano nella Città Bianca, il più grande museo all’aperto dello stile Bauhaus al mondo, che è anche patrimonio mondiale  dell’Unesco. Una città all’interno della città, dove ammirare l’architettura europea in Medio Oriente, che ci permette di staccare completamente dalla modernità dei grattacieli e dei centri commerciali, da godersi a piedi o in bicicletta, pedalando lungo i viali alberati.  Tel Aviv è anche mare. Si affaccia sulla costa del Mar Mediterraneo, con bel tempo tutto l’anno, e offre una straordinaria varietà di attività in spiaggia: nuoto, vela, parapendio, surf e windsurf o semplicemente la possibilità di rilassarsi al sole con una bibita fresca in mano. I chilometri di spiaggia con sabbia incontaminata e le acque calme permettono di fare lunghe passeggiate in un luogo meraviglioso, pulito e sicuro, con docce e spogliatoi, costellato di caffè, ristoranti e gelaterie. Tel Aviv è il paradiso dei buongustai, con una straordinaria scelta di ottimi chef stellati e una grande cultura del caffè. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, visti i molti ristoranti di classe che ci sono e che offrono il meglio della cucina locale ed internazionale.
Per assaporare i gusti e odori dei piatti tradizionali di Israele c’è ovviamente anche lo street food. Il pane pita caldo cotto al forno, il falafel e l’hummus, una squisita purea a base di ceci, competono egregiamente, al fianco di autentici cibi israeliani ed etnici, con la cucina internazionale. I prodotti locali di stagione più freschi, insieme alle spezie mediorientali, pane caldo cotto, pesce fresco e carne, sono in vendita tutto l’anno, direttamente da produttori ed agricoltori, nei mercati all’aperto di Carmel e in quello della vicina Jaffa.

Jaffa, affascinante sorella maggiore
Jaffa si trova a sud di Tel Aviv ed è una cittadina che conserva il suo incantevole fascino. È una delle città antiche al mondo con uno dei porti più antichi: la tradizione vuole che si conservi ancora la dimora appartenuta alla famiglia di Noè. È in stile mediorientale, caratterizzata dalle case in pietra, oggi in gran parte ristrutturate, girando tra i vicoli ci si imbatte nelle pittoresche botteghe degli artisti e nelle deliziose taverne dove viene offerta una vasta scelta di cucina internazionale ed etnica. Da visitare sono indubbiatemene la Chiesa di San Pietro, la casa di Simone (il Tanner) e la tomba di Tabitha, testimonianze della storia cristiana del luogo. Consigliato anche il caratteristico mercatino delle pulci e il porto dei pescatori.

Tel Aviv, capitale gay
Con un gay Pride che ogni anno catalizza l’attenzione del mondo e che quest’anno ha portato 250.000 visitatori, tanto che da questi parti viene considerato un vero e proprio evento turistico, Tel Aviv è un vero piccolo paradiso gay, situato su alcune belle spiagge che offrono ovviamente infiniti esempi di bellezza maschile locale. È la città natale del primo trans vincitore dell’Eurovision Song Contest, una city-break che offre un valore fantastico, promettendo ricordi duraturi ai visitatori. Ci sono parecchi locali, una spiaggia gay, una pletora di eventi e una forte comunità lgbtq: statistiche dicono che il centro di Tel Aviv sia composto al 30% da abitanti gay. La gente di Tel Aviv, sebbene la città si trovi a pochi chilometri dalla religiosissima Gerusalemme, presenta veramente una grandissima apertura mentale, è affascinante ed è completamente affascinata dai visitatori. È gente che si impegna con passione su qualunque argomento: la loro storia, la loro esistenza e dove stanno andando, ma anche la loro idea di città espressiva, in continua evoluzione, il loro palpabile bisogno di far parte della comunità globale e, naturalmente, la loro politica.

 

Info su: www.goisrael.com/it – offerte e pacchetti di viaggio su: www.twizz.it

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

Tel Aviv, la città dell’eterna primavera

About admin

Check Also

Borgo San Giusto: angolo di charme nel verde della Toscana.

Borgo San Giusto: angolo di charme nel verde della Toscana.

  Il nostro B&B di recente ristrutturazione sorge sulle colline di Empoli a soli 30 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *